Facebook lancerà il 18 giugno la sua nuova criptovaluta Libra. Quello che noi ora ci chiediamo è: come funzionerà Calibra?

Libra, la criptovaluta di Facebook.

Libra Blockchain è un database programmabile decentralizzato progettato per supportare una criptovaluta a bassa volatilità che avrà la capacità di fungere da mezzo di scambio efficiente per miliardi di persone in tutto il mondo.

Facebook presenta una proposta per il protocollo Libra, che implementa la Libra Blockchain e mira a creare un’infrastruttura finanziaria che possa favorire l’innovazione, ridurre le barriere all’ingresso e migliorare l’accesso ai servizi finanziari. Per convalidare il design del protocollo Libra, Facebook ha costruito un’implementazione prototipo open source – Libra Core – in previsione di uno sforzo collaborativo globale per far avanzare questo nuovo ecosistema.

Il protocollo Libra consente a un insieme di repliche, denominate validatori, di diverse autorità di gestire congiuntamente un database di risorse programmabili. Queste risorse sono di proprietà di diversi account utente autenticati dalla crittografia a chiave pubblica e aderiscono alle regole personalizzate specificate dagli sviluppatori di queste risorse. I validatori elaborano le transazioni e interagiscono tra loro per raggiungere il consenso sullo stato del database. Le transazioni si basano su versioni predefinite e, in versioni future, di contratti intelligenti definiti dall’utente in un nuovo linguaggio di programmazione denominato Move.

Usano Move per definire i meccanismi di base della blockchain, come la valuta e l’appartenenza al validatore. Questi meccanismi fondamentali consentono la creazione di un sistema di governance unico che si basa sulla stabilità e la reputazione delle istituzioni esistenti nei primi tempi, ma che nel tempo passerà a un sistema completamente aperto.

Come funziona la criptovaluta di Facebook?

Ecco cosa sappiamo del progetto blockchain di Facebook:

Nome: Facebook probabilmente userà il nome in codice di Libra come nome pubblico per la sua criptovaluta, che i report di Informazioni non saranno chiamati GlobalCoin come richiesto dalla BBC. Secondo quanto riferito da Reuters, Facebook ha registrato una società chiamata Libra Networks in Svizzera per servizi finanziari. La scelta di Libra potrebbe essere un’opera teatrale sulla parola LIBOR, un’abbreviazione dell’Inter-bank Offered Rate di Londra utilizzata come tasso di interesse di riferimento per i prestiti tra banche. Il LIBOR è per le banche, mentre la Libra è destinata al popolo.

Token: la criptovaluta sarà uno stablecoin, un token progettato per avere un prezzo stabile per prevenire discrepanze e complicazioni dovute alle fluttuazioni dei prezzi durante un processo di pagamento o di negoziazione. Facebook ha parlato con le istituzioni finanziarie per quanto riguarda il capitale contributivo per formare un paniere di un 1 miliardo $ più valute legali e titoli a basso rischio che serviranno da garanzia per stabilizzare il prezzo della moneta, riporta The Information. Facebook sta lavorando con vari paesi per pre-approvare il lancio dello stablecoin.

Calibra la società del gruppo Facebook.

Come si evince dal sito di libra, il team di Facebook ha svolto un ruolo chiave nella creazione dell’Associazione Libra e della Libra Blockchain, lavorando con gli altri membri fondatori. Mentre l’autorità decisionale finale spetta all’associazione, Facebook dovrebbe mantenere un ruolo di leadership fino al 2019. Facebook ha creato Calibra, una società controllata, per garantire la separazione tra dati sociali e finanziari e per costruire e gestire servizi per suo conto in cima a la rete Libra.

Sicuramente Facebook ha un piano strategico per Calibra.

Non sappiamo come Facebook intende lanciare esattamente questa criptovaluta sul mercato.

Quello che sappiamo è che c’è sicuramente un piano strategico, una digital strategy, che permetterà a Facebook di differenziarsi dai competitors nel mercato delle criptovalute.

Matteo Sorba

Author Matteo Sorba

Mi occupo di branding digitale. Il mio lavoro è quello di coordinare le aziende che attraverso marketing, comunicazione e pubblicità, desiderano differenziarsi nel mercato online.

More posts by Matteo Sorba